La Milano-Taranto di Domenico Locorotondo

 MILANO-TARANTO un qualcosa di speciale, un qualcosa che continua a lasciarmi emozioni, un qualcosa da vivere. 

Sei giorni indimenticabili…..sei tappe una più bella dell’altra. 

La più emozionante è stata certamente la Prima forse perché sia io che la mia moto ci siamo catapultati in questa prima avventura dove KM dopo KM abbiamo entrambi guadagnato fiducia. Con l’arrivo a Maranello ho pensato che insieme potevamo continuare all’infinito. 

Le restanti tappe sono state affascinanti e bellissime, la moto andava leggera come il vento anzi volava. Sono rimasto incantato percorrendo i paesaggi della Seconda e Terza Tappa, dove il rombo dei nostri motori era il padrone indiscusso nella folta vegetazione degli appennini. 

Salendo Civitella ho avuto un piccolo problema al parastrappi della catena che ho risolto in parte in 15 minuti permettendomi di portare a termine la Tappa ad Assisi. Poi grazie all’aiuto del Sig. D’Aliesio Nicola #143, che non smetterò mai di ringraziare, ho risolto definitivamente a Cassino permettendomi di continuare in serenità il mio percorso. 

Quarta e quinta Tappa altri paesaggi mozzafiato con sfumature diverse come la bellezza della valle del Liri e il panorama che scendendo San Bartolomeo in Galdo si presentava sul Tavoliere delle Puglie. 

La Sesta Tappa invece la più attesa ….e si perché dopo il C.O. di Mottola tra una provinciale e l’altra il percorso prevedeva il passaggio attraverso la periferia del mio Paese CRISPIANO, infatti sono stato accolto da un numero importante di miei compaesani….grazie MI-TA. Come è stato bello passare proprio davanti alla mia casa…. bellissimo vedere i propri familiari che aspettavano l’arrivo del #58, un emozione forte, come ancora più forte è stato tagliare il tanto atteso traguardo a Taranto. 

Vorrei concludere il mio racconto ma non prima di dedicare un ringraziamento al mio compagno di viaggio il mitico #59 di Arcangelo Betti…un pazzo scatenato non lo fermava nessuno, troppo forte. Come vorrei ringraziare anche il padrone della mia moto, il padrone in assoluto MIO PADRE che acquistò la Ducati nel ’58 a soli 24 anni. A pensare che mi parlava spesso della MI-TA di un tempo e io oggi…..l’ho rivissuta come rievocazione storica… grazie Milano-Taranto di tutto questo. 

Grazie Moglie Mia 

Controlla anche

La Milano-Taranto di Felice Lovato

Felice ormai oltre che Veterano di tante MI-Ta è nel tempo diventato un vero e …