Home » Notizie » Milano-Taranto 2017, la terza tappa

Milano-Taranto 2017, la terza tappa

I chilometri si accumulano, gli incontri si moltiplicano, l’Italia è sempre più affascinante. Terza tappa, da Principina a Fiuggi. Toscana e Lazio, nella terra degli etruschi.
Il primo paese che s’incontra è SCANSANO (Grosseto), noto per aver conferito la denominazione al Morellino di Scansano, straordinario vino rosso docg dalle caratteristiche particolari. Il territorio è prevalentemente collinare. Tre castelli punteggiano il panoprama: Castello di Montorgiali, sorto nel corso del XII secolo, ora diviso in più unità abitative; Castello di Montepò, recentemente riportato agli antichi splendori; Castello di Cotone, attestato per la prima volta in un documento del 1226, abbandonato a partire dal 1592. Sono visibili gli imponenti ruderi.
Legata a Scansano è la giornalista e conduttrice radiofonica Dina Luce.
Primo Controllo orario di giornata a CANINO (Viterbo). Postazione nel cortile dell’oleificio sociale. Primo passaggio alle 10.40. Il paese, di origine etrusca, è vicino al Monte Amiata e al lago di Bolsena. La coltivazione dell’olivo impegna la maggior parte degli agricoltori. L’olio extra vergine di oliva Canino ha ricevuto la dop. Prelibato anche l’asparago verde al quale è dedicata, in aprile, una sagra. Tra i personaggi illustri nati a Canino Papa Paolo III (1468-1549) e il ciclista Stefano Colagè.
Più avanti s’incontra TUSCANIA, edificata su sette promontori di roccia tufacea. Nella campagna sono disseminate numerose necropoli risalenti all’età etrusca.
VITERBO, capoluoo della Tuscia o Alto Lazio, ha il più vasto centro storico medievale d’Europa., con alcuni quartieri ben conservati. Storicamente è nota come “Città dei Papi”: nel XIII secolo fu infatti sede pontificia per 24 anni.
La città è famosa per il trasporto della Macchina di Santa Rosa, tradizionale e spettacolare manifestazione che si svolge ogni anno la sera del 3 settembre, in onore della Santa patrona: una struttura illuminata, alta 30 metri e del peso di 52 quintali, viene portata a spalla da cento uomini, i Facchini di Santa Rosa, per le vie abbuiate della città. Nel 2013 la Macchina è stata inserita dall’UNESCO tra i Patrimoni immateriali dell’Umanità.

Secondo C.O. e prova speciale cronometrata a GALLESE, in piazza della Liberazione, alle 13.15. Il paese ha dato i natali a due pontefici: Papa Marino I e Papa Romano. Anche l’attore Ennio Fantastichini è originario di Gallese.
Da Viterbo a Rieti. Il primo paese è POGGIO MIRTETO, nella Valle del Tevere, in Sabina.
La Torre dell’Orologio della metà del Cinquecento, custodisce le campane, originariamente appartenenti alla Chiesa di San Paolo del XIII secolo, sulle quali è incisa la data dell’anno 1290.Sulla destra si trova la chiesa di San Giovanni Decollato, risalente al Seicento, costruita dall’architetto Angelo Savi, e l’imponente mole del Palazzo Episcopale. Era nato a Poggio Mirteto Raimondo d’Inzeo, carabiniere e campione olimpico nell’equitazione.
Ultimo controllo orario a CASTEL DI TORA, posto nella valle del Turano. Si specchia dalla sponda nord-orientale nel lago del Turano. È parte del club dei borghi più belli d’Italia.
ARSOLI sorge a poca distanza dal confine con l’Abruzzo e nel suo territorio comunale ricadono i monti Simbruini. Palazzo Massimo è stato utilizzato come set della miniserie televisiva La Baronessa di Carini, andata in onda nel 2007. Luigi Pirandello, drammaturgo, scrittore e poeta, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1934, frequentò Arsoli per molti anni soprattutto durante i periodi estivi.
A SUBIACO sono stati identificati resti della residenza di Nerone, attorno alla quale si sviluppò il centro, costituita da un complesso di edifici a diverso livello in posizione elevata sulla riva destra dell’Aniene, presso una serie di laghi artificiali. Il comune è noto e apprezzato per il territorio montano, all’interno del quale si estende una faggeta secolare tra le più vaste d’Europa.
Lucrezia Borgia nacque a Subiaco nel 1480. Figlia illegittima del cardinale Roderic Llançol de Borja (più tardi divenuto papa Alessandro VI), fu una delle figure femminili più controverse del Rinascimento italiano. Anche Gina Lollobrigida è di Subiaco. Attrice, cantante e scultrice italiana. Fu una delle attrici europee, oltre che sex symbol, più importanti a livello internazionale degli anni Cinquanta e Sessanta.
Durante la sua lunga e variegata carriera ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui un Golden Globe per il film Torna a settembre, sette David di Donatello e due Nastri d’argento.
Fine tappa a FIUGGI (Frosinone), denominata Anticoli di Campagna fino al 1911, quando partì la valorizzazione delle proprietà curative delle acque, con l’inaugurazione della Fonte Bonifacio VIII. Fiuggi possiede, dopo Roma, il maggior numero di alberghi del Lazio, ed è uno dei centri termali più conosciuti d’Europa, con un notevole flusso turistico ed anche per questo spesso è scelta come sede di congressi e manifestazioni culturali, sportive e politiche.

Check Also

13 luglio, la sesta e ultima tappa da Bari a Taranto

Tante emozioni e l’arrivederci al 2020: l’edizione numero 34 sarà dal 5 al 12 luglio …