Home » Piloti e Moto

Piloti e Moto

1937 – 1° edizione

La prima edizione del 1937, benché durissima, si concluse con un successo tecnico formidabile che premiò la Guzzi 500 bicilindrica di Guglielmo Sandri, che tagliò il traguardo alla media di 104.013 km/h. Aldo Pigorini sempre su Guzzi bicilindrica giunse secondo con poco più di 7 minuti di distacco da Sandri, i due erano tra i migliori centauri dell’epoca.

Read More »

1938 – 2° edizione

Giordano Aldrighetti e la Gilera 4 cilindri con compressore centrano il bersaglio nella seconda edizione del 1938, volando letteralmente da Milano a Taranto all’incredibile media di 117 Km/h. Il record ottenuto sul percorso Milano – Bologna – Roma – Napoli – Foggia – Taranto non verrà più battuto e resterà negli annali della storia motociclistica. Tra le tante categorie e …

Read More »

1939 – 3° edizione

Tra i 177 partenti della terza edizione del 1939 i pronostici erano tutti per le poderose Gilera 4 cilindri. Ed infatti, come da copione, Dorino Serafini fece la corsa in testa sino a pochi Km da Taranto ove fu però vittima di una paurosa caduta che lo costrinse all’abbandono. Stessa sorte avevano avuto in precedenza anche gli altri due Gileristi …

Read More »

1940 – 4° edizione

Quando il 5 maggio 1940 scatta la quarta edizione, il nuovo grande conflitto mondiale è ormai alle porte e la stessa attività motociclistica ne subisce le conseguenze. Partono tuttavia in 132 e la corsa sembra non risentire della difficile situazione internazionale. Vincerà Guido Cerato su Guzzi 500 Condor dopo che Dorino Serafini, autore della nuova media record sul tratto Milano …

Read More »

1950 – 5° edizione

La ripresa postbellica della gran fondo avviene nel 1950 con 121 piloti allo start della corsa dei quali 46 vedranno il traguardo posto sul classico rettifilo dell’arsenale, a Taranto. Vincerà Guido Leoni su Guzzi 500 monocilindrica, mentre nelle varie categorie si affermano rispettivamente: Pietro Cavaciuti nella 250, Renato Magi su MV nella 125, Giuliano Maoggi su Norton 350, Marcelli – …

Read More »

1951 – 6° edizione

Bruno Francisci, pilota romano dotato di sicura classe, vinse la sua prima Milano-Taranto nel 1951 con un Guzzi Condor 500, una sport che si mise dietro anche la MV 500 corsa di Artesiani.

Read More »

1952 – 7° edizione

Lo specialista romano delle corse su strada ebbe modo di ripetersi l’anno successivo, sempre su Guzzi 500, quando per la prima volta si gareggiò sul percorso di 1400 Km che costeggia gran parte della riviera adriatica risultando più lungo di quello classico, ma anche meno faticoso. La splendida vittoria di Francisci venne suggellata da una media che attestandosi a oltre …

Read More »

1953 – 8° edizione

L’ottava edizione della Milano-Taranto che prese l’avvio dall’Idroscalo di Milano il 24 giugno 1953, segnò l’ultimo successo per la moto Guzzi con Duilio Agostini che disponeva del 500 Corsa “Dondolino”. Tra le varie marche emergono: Mondial nella 125 corsa con Ermanno Camilletti, la Lambretta tra gli Scooter con Luigi Fumagalli, ancora le Guzzi 500 e 250 sport rispettivamente con Alberti …

Read More »

1954 – 9° edizione

Puntuale con il suo appuntamento di giugno, la gran fondo motociclistica torna ad infiammare le strade d’Italia nel 1954. E’ questo l’anno di Remo Venturi e della splendida Mondial 175 Competizione che fece sua la corsa anche con la complicità della cattiva sorte che fermò ben presto la pronosticatissima Gilera 4 cilindri di Orlando Valdinoci. Non trovando nelle macchine da …

Read More »

1955 – 10° edizione

Quando nel 1955 parte la penultima edizione della Milano-Taranto i concorrenti sono ben 300 dei quali 127 vedranno la bandiera a scacchi sventolare sul lungo mare di Taranto. Per la seconda volta la corsa viaggia lungo la costiera adriatica, affrontando assolati rettilinei che sembrano non finire mai. Questa volta la Gilera 4 cilindri di Bruno Francisci non ha problemi e …

Read More »

1956 – 11° edizione

L’ultimo atto della competizione da leggenda per i piloti leggendari in grado d’infiammare per un giorno intero tutta l’Italia sportiva è datato 10 giugno 1956. Gli ardimentosi che nel buio fondo della notte si lanciano nell’estenuante avventura lunga 1289 Km sono 234 dei quali solo 98 raggiungeranno il traguardo di Taranto.

Read More »