Home » Edizioni Passate » Edizione 2001

Edizione 2001

MITA_2001_copertina

  • Milano – Reggio Emilia
  • Reggio Emilia – Ponte San Giovanni
  • Ponte San Giovanni – Frosinone
  • Frosinone – San Bartolomeo in Galdo
  • Foggia – Taranto

15° MILANO-TARANTO
Milano-Taranto 2001… anche questa edizione è finita e, come tutte le altre, ha lasciato dei ricordi incancellabili e delle emozioni indescrivibili.
Ma cominciamo dall’inizio…
Milano, 16 luglio 2001: la manifestazione ha avuto il suo inizio già dalla mattina con una mostra di moto storiche in Piazza del Duomo, organizzata dal Movimento Sport Azzurro in collaborazione con la Planet Sport, per poi trasferirsi all’Idroscalo di Milano zona “Punta dell’Est” dove nel pomeriggio i partecipanti con le proprie moto si sono ritrovati per le verifiche tecniche. Tra le tante moto sicuramente quelle che hanno attirato l’attenzione di tutti sono stati i due Messerschmitt motorizzati Sachs, prodotti in Germania nei primissimi anni ’50, composti da equipaggi olandesi Hingst Jelle – Van Ginneken Matilde e Tappel Henk – Dykstra Hielke.
Manca poco alla mezzanotte e si incominciano a vedere tra il pubblico, numero nonostante la pioggia, facce conosciute. Infatti, mossieri di questa 15ª edizioni sono stati; il portiere Stefano Tacconi, l’ex olimpionico di canoa e commissario della Nazionale Oreste Perri, il nove volte campione del mondo Carlo Ubbiali, il campione Emilio Mendogni e Genny Anderson, figlia del grande campione scomparso Fergus Anderson.

MITA_2001_foto_Foggia PoliziaMilano, 17 luglio 2001: A mezzanotte in punto i primi a partire sono stati l’equipaggio Celoni Tito e Domenico Fiorenza su sidecar Guzzi V7 della Polizia di Stato seguiti subito dopo da Galli Roberto e Di Valentin Liviana su un bellissimo sidecar AJS del 1952. Dopo di che tutti i partecipanti, distanzianti un minuto l’uno dall’altro, hanno preso il via sotto una pioggia torrenziale, compreso il 79nne Antonio Ronchei, veterano della vere Milano-Taranto soprannominato “l’eterno secondo”, poiché sia nel 1950 su MV 125cc e nel 1952/53 su Gilera 500cc, arrivò sempre secondo.
Fortunatamente solo dopo 70 Km la pioggia è cessata e si è potuto tranquillamente sostare nella prima sede di controllo orario e di ristoro, che come consuetudine è Soresina. Da qui è iniziata una vera e propria kermesse di prodotti gastronomici che la nuova categoria della Milano-Taranto, gli “assaggiatori”, hanno avuto il compito di giudicare. Categoria che ha visto come partecipante la prima e unica donna Presidente di una squadra di calcio, Giusy Achilli, che assieme agli altri Ferrari Giovanni, Zanzi Giovanna, Mews Mathias, Mews Lino, Marino Lino e Limena Roberto, hanno eletto come migliore ristoro quello offerto a San Bartolomeo in Galdo (BN) a pari merito con l’ormai tradizionale ristoro di Villa Castelli (BR). E’ bene ricordare, infatti, che quest’anno affiancata alla.

15ª edizione della Milano-Taranto Storica è stata organizzata una timida 1ª edizione della Milano-Taranto Gastronomica svoltasi con il Patrocinio della Coldiretti Umbria.
Ma torniamo alla Milano-Taranto Storica, la quale dopo avere toccato Busseto alle ore 03.30, Fiorenzuola d’Arda (05.00), S. Ilario d’Enza (06.30), Brescello (07.00) dove si è visitato il museo dedicato a Don Camillo e Peppone i famosi personaggi nati dalla fantasia di Guareschi. L’ultimo controllo orario si è svolto a Bagnolo in Piano presso il Museo di moto e auto del collezionista Nello Salsapariglia. Alle ore 10.00, in Piazza della Vittoria a Reggio Emilia, sono incominciati ad arrivare i primi partecipanti un po’ stanchi dopo le 10 ore in moto. Il pomeriggio è trascorso tranquillamente in Hotel dove la maggior parte dei partecipanti si è riposato, ma c’era anche chi prestava le proprie attenzioni alla moto cercando di sistemare i piccoli problemi che durante la tappa in notturno avevano avuto.
Reggio Emilia, 18 luglio 2001: Partenza alle ore 07.00, la prossima sede di tappa, Ponte San Giovanni (PG), è lontana!!!
Si comincia ad attraversare i colli Bolognesi per raggiungere la prima sosta a Savigno (08.15) per poi proseguire a Porretta Terme (10.00), Cerreto Guidi (11.30), Siena (13.30), San Feliciano (16.45), per arrivare finalmente a Ponte San Giovanni alle 17.30 dove ad aspettarci c’era un bellissimo ristoro organizzato dalla Coldiretti Umbria e dalla VIII Circoscrizione di Perugia.

MITA_2001_foto_014Questa tappa ha messo ha dura prova le moto, ma fino ad ora sono ancora tutti in gara, anche le due mascotte della Milano-Taranto, il 14nne Scialpi Antonio Juonior su Suzuki RV 50cc e il 16nne Bonini Mario Ricardo su un bellissimo Morini Corsarino 50cc del 1962. Da ricordare anche la presenza femminile che alla Milano-Taranto non manca mai; infatti, su MV 99cc ha preso il via Maria Carlucci di Villa Castelli e l’Olandese Josee de Jongh con un’Harley Davidson 350cc.
Ponte San Giovanni, 19 luglio 2001: Partenza da Ponte San Giovanni alle 08.00 e soste a Montefalco (09.15), i magnifici paesi di Colle di Tora (11.30) e Filettino (14.30) con la loro calorosa accoglienza, Castelliri (17.00) per raggiungere Frosinone alle ore 19.00, stanchi ma con la soddisfazione di avere visto luoghi che non tutti né sono a conoscenza. Altre moto particolari da ricordare sono il Morini 2 tempi a 3 marce di Vaccarelli Cosimo e i bellissimi MV Disco Volante del bresciano Braga Giuseppe e del bolognese Aureoli Giuliano. Iniziano anche i ritiri, da menzionare quello del Messerschmitt n.7 a causa della rottura della biella.
Frosinone, 20 luglio 2001: La quarta tappa è presa con più comodità, partenza alle 09.30 per attraversare i restanti paesi della Ciociaria e quelli della Comunità del Fortore nella Provincia di Benevento. Soste a Pofi (10.00), Cervaro (11.15), Foglianise (13.00) per poi raggiungere la sede di tappa……San Bartolomeo in Galdo (16.00) dove ci ha accolto una folla di gente e un bellissimo e buonissimo ristoro.

Trasferimento in gruppo a Foggia, tutti pronti per ripartire la mattina seguente. Anche quest’anno c’è da ricordare la numerosa presenza dell’Aermacchi Club Nederland tutti rigorosamente con la moto “varesina”. Una nota particolare è la presenza dei “giovani” alla Milano-Taranto, infatti, oltre ai partecipanti della 75cc, hanno preso parte alla manifestazione anche Gabriele Gaggioli (25 anni) e Giuseppe Panfili (29 anni) entrambi su Vespa Piaggio (Vespa Club Gubbio) e Vito Santoro su MV 83cc (21 anni) insieme a Matteo Mottola su Guzzi Airone 250cc (22 anni) entrambi del Moto Club “Villa Castelli” (BR).
Foggia, 21 luglio 2001: Anche oggi una partenza tranquilla, perché la 5ª tappa è quella più importante e va gustata in tutta tranquillità, quindi il via alla volta di Taranto è dato alle ore 10.00.
Prima sosta del giorno a Cerignola (10.30), Monopoli (14.00), Martina Franca (16.00), e finalmente ecco l’ineguagliabile sosta a Villa Castelli (17.00)… Alle ore 18.30 si riparte per l’ultima fatica, ma la più importante, la più emozionante. Tutti in gruppo si raggiunge Piazza Ebalia a Taranto per poi sfilare sotto i traguardo posto sul lungomare davanti al Palazzo del Governo, dove una gran festa aspettava i tarantini.

Premiazioni di rito e un ringraziamento a tutti i partecipanti, a tutti gli sponsor, Fini compressori, Gedol lubrificanti, Dell’Orto, Pirelli e Derby, e alle Amministazioni Comunali, che ogni hanno permettono la riuscita della manifestazione.
Un ringraziamento particolare va anche al Pittore Tito Tedeschi che anche quest’anno ha realizzato l’immagine della manifestazione e naturalmente anche a tutta l’organizzazione.
Taranto…il giorno dopo… E’ sempre difficile lasciare questa città, questa città che ha visto la gioia di tanti piloti, questa città che ogni hanno ci vede andare via con la promessa di ritornare l’anno successivo, magari con ancora più piloti da far emozionare!!!!!

Visualizza le classifiche finali

Inviaci una email con il tuo racconto, i tuoi commenti e le tue foto…
le pubblicheremo sul sito nella sezione “I commenti dei piloti”

Check Also

Edizione 2013

27° MILANO-TARANTO Sei giorni volati in un lampo, in un tripudio di colori, sapori ed …